Sono appena rientrato dall'Etiopia, purtroppo con qualche giorno di anticipo rispetto al gruppo completo.

L'attività in corso è frenetica ed entusiasmante. Abbiamo trascorso i primi giorni della missione, come previsto, ad Addis. Il gruppo si è rivelato subito molto affiatato ed efficiente. Il grande lavoro di suddivisione e smistamento farmaci e vestiti è stato effettuato in tempi molto rapidi grazie alla collaborazione e buona volontà di tutti. La rapidità di queste operazioni ci ha permesso di partire per il Guraghe il giorno immediatamente successivo l'arrivo ad Addis.





Nessun imprevisto durante il viaggio e, al solito, calorosa l'accoglienza del Vescovo e della popolazione locale.

I gruppi sono attualmente così distribuiti:

Maganasse
Francesco Bordoni e Daniela Melotti

Getche
Giovanni Bordoni (da oggi a Wolisso per eseguire alcuni interventi chirurgici)
Fausto Romeo
Caterina Stefanelli

Zezencho
Francesco Silenzi
Francesca Afrifa
Sarah Antonini
Laura Venturini

Burat
Caterina Bonaccini
Juanita Radicchi
Daniele Serranti
Michele Spinicci

con Adriana e Chiara (nella foto) e le due preziose infermiere di Padova



Nella prima settimana di attività sono già stati visitati più di mille pazienti. La permanenza in loco ci ha permesso di verificare le necessità in continua evoluzione della popolazione locale sia dal punto di vista medico che sociale.

Purtroppo la visita mia e di Francesco a Galeya Rogdha ha confermato una situazione di assoluta gravità con necessità impellente di aiutare la piccola nascente clinica che è carente nei mezzi e nelle risorse. L'approvvigionamento di un'ingente quantità di farmaci può solo tamponare temporaneamente una situazione grave della quale ci impegniamo a occuparci nei prossimi mesi.

A presto per gli aggiornamenti sulla missione conclusa e buon lavoro a chi è rimasto in Etiopia.