Nel corso della missione Alberto ha passato giorni fruttuosi a Shebraber dove ha istituito il microcredito per un numeroso gruppo di donne della zona e collaborato all'allestimento della nuova clinica, a Emdibir e Zezencho dove ha revisionato l'impianto elettrico e provveduto assieme ad Idilio a collegare il nuovo generatore per la clinica.

Alberto era sempre presente ed attivo nella gestione di Engera, con la sua esperienza, concretezza, passione e saggezza una guida per noi insostituibile. Alberto fino all'ultimo ha vissuto testimoniando concretamente e senza orpelli  il suo amore per il prossimo, ci ha fatti godere del suo spirito e della sua compagnia. Al figlio Carlo, alla moglie Gabriella, ai suoi familiari un abbraccio sincero da tutti noi.


ALBERTO CI MANCHERA', MOLTO, MA NON CI MANCHERA' LA SUA PRESENZA NEL NOSTRO IMPEGNO